CIRCOLARE N. 8-2017 - Adempimenti Intrastat 2017
16650
post-template-default,single,single-post,postid-16650,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556
contatti commercialista mocarelli lecco merate

CIRCOLARE N. 8-2017 – Adempimenti Intrastat 2017

Il punto sugli adempimenti Intrastat dopo la conversione in legge del DL milleproroghe

 

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che in sede di conversione del DL 244/2016 (c.d. “Milleproroghe”) è stata nuovamente modificata la disciplina relativa alla presentazione dei modelli INTRASTAT. In precedenza, l’art. 4 co. 4 lett. b) del DL 193/2016 aveva soppresso, con decorrenza dall’1.1.2017, l’obbligo di presentazione dei modelli INTRASTAT relativi agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti UE. Con l’art. 13 co. 4-ter del DL 244/2016 (DL milleproroghe), tale obbligo è stato ripristinato per l’anno 2017. In base alle nuove disposizioni solo a partire dall’1.1.2018: i) viene abolito l’obbligo di presentazione dei modelli INTRA-1 quater e INTRA-2 quater, relativi alle prestazioni di servizi “generiche” (sia rese sia ricevute) con controparti soggetti passivi IVA UE (sebbene l’art. 262 della direttiva 2006/112/CE preveda espressamente l’obbligo comunicativo per i servizi resi); ii) permane l’obbligo di presentare gli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni anche ai fini statistici. Il DL 244/2016 annuncia, inoltre, che dovranno essere definite misure di semplificazione degli obblighi comunicativi, finalizzate a garantire la qualità e la completezza delle informazioni statistiche, nonché a ridurre al minimo il numero dei soggetti obbligati all’invio dei modelli, e comunque con obblighi informativi inferiori. Tali semplificazioni dovranno essere attuate, con effetto dall’1.1.2018, mediante provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, d’intesa con l’Agenzia delle Dogane e l’ISTAT, da adottarsi entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto (ossia entro il 30.5.2017).

 

Circolare nr. 8-2017