CIRCOLARE N.6- Rifornimenti di carburante e fatturazione elettronica - Studio Mocarelli
16954
post-template-default,single,single-post,postid-16954,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556
studio mocarelli slider commercialista milano

CIRCOLARE N.6- Rifornimenti di carburante e fatturazione elettronica



Rifornimenti di carburante e fatturazione elettronica

Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarLe che, a partire dall’1.1.2019, l’obbligo di utilizzo della fattura elettronica si applica anche alle cessioni di carburante per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione. Nel contesto di una risposta fornita in occasione di Telefisco 2019, l’Agenzia delle Entrate ha ribadito che, nell’ambito delle fatture elettroniche emesse per le cessioni di carburanti nei confronti di soggetti passivi IVA, non è obbligatoria l’indicazione della targa del veicolo per il quale viene effettuato il rifornimento. Tale informazione potrà comunque essere riportata, in via facoltativa, nel campo “Altri Dati Gestionali” della fattura. Si conferma, inoltre, che la deducibilità del costo e la detraibilità dell’IVA relativa all’acquisto dei carburanti sono subordinate sia al possesso della fattura elettronica, sia all’utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili. Con un’altra risposta, è stato chiarito, invece, che, in caso di rifornimenti effettuati al di fuori dall’orario di servizio dei distributori di carburante, senza che sia possibile ottenere nell’immediato l’emissione della fattura elettronica, il cessionario sarà tenuto a conservare le ricevute di pagamento e chiedere successivamente l’emissione della fattura elettronica.