circolare n. 45 Saldo IMU 2020 in scadenza il 16 Dicembre 2020 ma non per tutti - Studio Mocarelli
17345
post-template-default,single,single-post,postid-17345,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556
contatti commercialista mocarelli lecco merate

circolare n. 45 Saldo IMU 2020 in scadenza il 16 Dicembre 2020 ma non per tutti

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che entro il prossimo 16.12.2020 deve essere versata la seconda rata dell’imposta municipale propria (IMU) per l’anno 2020, a saldo e a conguaglio di quanto dovuto per l’intero anno. In generale, entro il 16.12.2020, deve essere versata la seconda rata dell’IMU per l’anno 2020 per tutte le tipologie di immobili che non sono state escluse dal pagamento del tributo, ferme restando le ipotesi di esclusione e di esenzione (es. abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e unità immobiliari abitative diverse dall’abitazione principale). Si ricorda al riguardo che, in alcuni casi, spetta l’esenzione dal versamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2020. L’esenzione dal versamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2020, in scadenza entro il 16.12.2020, è stabilita: i) dall’art. 5 del DL 149/2020 (DL “Ristori-bis”), per gli immobili ubicati nei Comuni delle zone rosse, ossia nelle aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto a causa del COVID-19, individuate con ordinanze del Ministro della Salute adottate ai sensi dell’art. 3 del DPCM 3.11.2020 e dell’art. 3 del DL 149/2020. L’abolizione riguarda gli immobili nei quali si esercitano le attività elencate nell’Allegato 2 al DL 149/2020 ed i soli proprietari degli immobili che siano al contempo anche gestori delle attività esercitate nei medesimi immobili. ii) dall’art. 9 del DL 137/2020 (“decreto Ristori”), per gli immobili e le relative pertinenze in cui si esercitano le attività che sono state sospese o limitate a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 elencate nell’Allegato 1 al DL 137/2020. Anche in questo caso, l’abolizione riguarda i soli proprietari di immobili che siano al contempo anche gestori delle attività specificatamente individuate; iii) dall’art. 78 del DL 104/2020 (“decreto Agosto”). Quest’ultima norma ha stabilito l’esenzione dal pagamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2020 per la maggior parte degli immobili contemplati dal DL 137/2020, sempre a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate, con la differenza che rileva non tanto il codice dell’attività esercitata quanto la classificazione catastale.

CIRCOLARE N. 45