circolare n. 44 DL Ristori: prorogato al 31 gennaio 2021 il divieto di licenziamento per motivi economici - Studio Mocarelli
17341
post-template-default,single,single-post,postid-17341,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556
studio mocarelli slider commercialista milano

circolare n. 44 DL Ristori: prorogato al 31 gennaio 2021 il divieto di licenziamento per motivi economici

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che l’art. 12 del DL 28.10.2020 n. 137 (c.d. decreto “Ristori”) ha prorogato al 31.1.2021 la scadenza del divieto di licenziamento per motivi economici, introdotto dall’art. 46 del DL 18/2020 e poi confermato dall’art. 14 del DL 104/2020. Con l’indicazione di una data certa vengono superati i dubbi sull’effettiva scadenza del divieto, in quanto il DL 104/2020 aveva ancorato tale scadenza alla fruizione degli ammortizzatori sociali e dell’esonero contributivo previsti nel medesimo decreto. Il decreto “Ristori” ha mantenuto le eccezioni al divieto disposte dall’art. 14 del DL 104/2020, dunque si potrà licenziare: i) se il personale interessato dal recesso, già impiegato in un appalto, sia riassunto a seguito di subentro di nuovo appaltatore; ii) in caso di cessazione definitiva dell’attività di impresa; iii) in caso di fallimento senza esercizio provvisorio dell’impresa o cessazione della stessa; iv) in presenza di un accordo sindacale aziendale che autorizzi l’esodo incentivato di volontari.

CIRCOLARE N.44