circolare n. 36: Le novità del DL aiuti convertito (DL n. 50 del 17.05.2022, legge di conversione n. 91 del 15.07.2022) - Studio Mocarelli
19460
post-template-default,single,single-post,postid-19460,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556

circolare n. 36: Le novità del DL aiuti convertito (DL n. 50 del 17.05.2022, legge di conversione n. 91 del 15.07.2022)

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che in occasione della legge di conversione n.81 del 15.07.2022 del DL n. 50 del 17.05.2022 il legislatore ha apportato alcune modifiche alle previgenti disposizioni, introducendo alcune novità di carattere fiscale. Tra le principali novità, segnaliamo le seguenti: i) viene prevista l’applicazione dell’aliquota ridotta del 5% alle somministrazioni di gas metano destinato alla combustione per usi industriali per i mesi di luglio, agosto e settembre 2022; ii) vengono incrementati i crediti fiscali spettanti alle imprese gasivore, non gasivore, e non energivore, rispettivamente, al 25% (nei primi due casi) ed al 15%; iii) viene introdotta un’indennità una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale nel 2021 con periodi non interamente lavorati non inferiori alle 7 e non superiori alle 20 settimane; iv) viene riconosciuto un contirbuto straordinario sotto forma di credito d’imposta agli autotrasportatori nella misura del 28% della spesa sostenuta nel primo trimestre 2022 relativa all’acquisto di gasolio; v) in materia di superbonus, viene confermata la modifica ai sensi della quale è possibile fruire della detrazione per gli interventi effettuati su unità immobiliari delle persone fisiche non facenti parte di un condominio o edificio composto da più unità (indipendente) anche per le spese sostenute entro il 31.12.2022, a condizione che alla data del 30.09.2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo; vi) viene prevista la possibilità per le banche di cedere i crediti edilizi a soggetti diversi dai consumatori o utenti che abbiano stipulato un contratto di conto corrente con la banca stessa, ovvero con la banca capogruppo, senza facoltà di successiva cessione; vii) viene prevista la possibilità di rateizzare i ruoli fino a 120.000 senza condizionalità riferite alla temporanea situazione di obiettiva difficoltà.

CIRCOLARE N. 36