circolare n. 24 Dichiarazione precompilata: modalità di accesso da parte dei contribuenti e degli altri soggetti autorizzati - Studio Mocarelli
19266
post-template-default,single,single-post,postid-19266,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556

circolare n. 24 Dichiarazione precompilata: modalità di accesso da parte dei contribuenti e degli altri soggetti autorizzati

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che, il provv. Agenzia delle Entrate 19.5.2022 n.173218 ha definito le modalità di accesso per il 2022 alla dichiarazione precompilata. A partire dal 23.5.2022 sono state messe a disposizione le dichiarazioni precompilate relative al 2021. L’accesso alla dichiarazione precompilata, disponibile sull’apposita area riservata del sito dall’Agenzia delle Entrate, può avvenire mediante: i) SPID; ii) Carta di identità elettronica; iii)  Carta Nazionale dei Servizi; iv) PIN dispositivo dell’INPS (solo per i cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano). Dal 31 maggio 2022 i contribuenti o i delegati possono, invece: i) visualizzare e stampare la dichiarazione precompilata; ii) accettare la dichiarazione senza fare modifiche; iii) rettificare i dati non corretti; iv) integrare la dichiarazione per inserire, ad esempio, altre spese deducibili o detraibili non presenti; v) inviare la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Si rammenta, infine, che a decorrere dal 2022, i contribuenti possono conferire una procura, ai sensi dell’art. 63 del DPR 600/73, a una persona di fiducia per accedere all’applicativo web della dichiarazione precompilata ed effettuare le operazioni inerenti agli adempimenti dichiarativi per proprio conto. Il rappresentante (persona di fiducia) accede all’area riservata con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS e successivamente sceglie se operare in prima persona oppure in nome e per conto del rappresentato.

CIRCOLARE N. 24