circolare n. 15 Buoni benzina: non imponibili fino a 200 euro per il 2022 - Studio Mocarelli
18463
post-template-default,single,single-post,postid-18463,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,bridge,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-18556
studio mocarelli merate lecco chi siamo

circolare n. 15 Buoni benzina: non imponibili fino a 200 euro per il 2022

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che, l’art. 2 del DL 21.3.2022 n. 21, recante “Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina”, introduce il c.d. “bonus carburante” per i dipendenti. Viene previsto che, per l’anno 2022, l’importo del valore di buoni benzina o analoghi titoli ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti per l’acquisto di carburanti, nel limite di 200,00 euro per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito ai sensi dell’art. 51 co. 3 del TUIR. Stando alla formulazione letterale della norma, i buoni benzina potrebbero essere riconosciuti anche ad un solo dipendente, non essendo richiesto che l’erogazione liberale sia concessa alla generalità o a categorie di dipendenti. La nuova previsione relativa al “bonus carburante” si affianca al limite generale di non imponibilità dei fringe benefit pari a 258,23 euro, per cui il valore dei buoni benzina fino a 200,00 euro non concorrerebbe al calcolo di tale limite.

CIRCOLARE N. 15